Ceci, buonissimo “hummus” e le ricette salva-crisi…

Posted on 21/01/2013

1


ummus

-Di Giorgia Afnan C.

I ceci, chiamati scientificamente Cicerium arietinum, appartengono alla famiglia delle Fabacee.

La pianta del cece proviene da oriente, precisamente ha origini turche e viene prodotta, oggigiorno, principalmente in Pakistan e in India.

In Italia la sua produzione è scarsa e limitata alle zone della Liguria, della Toscana e dell’ Umbria.

È il terzo legume più consumato al mondo dopo i fagioli e la soia.

Pur essendo considerati “il piatto dei poveri”, vengono infatti chiamati “la carne dei poveri”, sono invece un piatto molto ricco e nutriente ad alto contenuto di carboidrati e proteine. Basti pensare che 100 gr di ceci contengono più di 10 gr di proteine.

Molteplici sono le proprietà dei ceci che ricchi di fibre aiutano anche la regolarizzazione dell’intestino e sono utili al fegato.

Questo legume contiene grandi quantità di sali minerali, come il fosforo, il calcio, il magnesio, il potassio, vitamina C e vitamine del gruppo B.

Rilevante è il loro contenuto di acidi grassi Omega tre, che contribuiscono ad aumentare i valori di colesterolo HDL, comunemente chiamato colesterolo buono, riducendo contemporaneamente i livelli di LDL, ovvero il colesterolo cattivo.

Questo alimento aiuta a controllare la pressione arteriosa e per questo può essere considerato un valido alleato del sistema cardiovascolare.

Infine, ma non per questo meno importante, da segnalare il contenuto di folato che aiuta a controllare l’omocisteina, un aminoacido che se presente nel sangue in valori al di sopra della norma può contribuire all’insorgenza di ictus e infarti.

I ceci si possono trovare in commercio confezionati essiccati o lessati. Se acquistati secchi, prima del consumo devono essere messi in ammollo per almeno 12 ore, buttando ovviamente l’acqua dell’ammollo, sciacquandoli sotto acqua corrente e mettendoli a lessare prima dell’utilizzo.

I ceci si prestano a molteplici preparazioni dalle zuppe alle polpette ma qui vorremmo presentarvi una salsina molto appetitosa di velocissima preparazione e ad un costo davvero anticrisi.

Questa salsa si chiama “hummus”, tipica del medioriente viene servita come mezzeh, ovvero antipasto, ma è molto gustosa da servire anche come accompagnamento di altri piatti.

Prendete 200 gr di ceci lessati, vanno benissimo anche quelli in scatola, 1 cucchiaio di tahina, una salsina di sesamo reperibile tranquillamente nei grandi supermercati al reparto “cibi etnici”, uno spicchietto d’aglio schiacciato, 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva, il succo di mezzo limone e un pizzico di sale.

Preparate in un mixer, meglio se di piccole dimensioni, la tahina, l’olio, l’aglio ed il limone fate amalgamare bene gli ingredienti ed infine aggiungete i ceci e la presa di sale. Se il composto risultasse poco cremoso o facesse fatica ad amalgamarsi aggiungere pochissima acqua durante la fase di mescolatura. Pochi minuti e hummus è pronto da servire in tavola coperto con un filino d’olio e del prezzemolo tritato fresco.