Default a macchia di leopardo, mentre Monti ci affonda

Posted on 18/11/2012

0


images

-Di Donatella Amina Salina

Saviano: “Vorrei che i poliziotti manifestassero con gli studenti” (La Repubblica)

Come era facile prevedere, la cura Monti ha solo abbassato la febbre, cioè lo spread all’ammalato “sistema Italia”, ma i dati sui parametri vitali del Paese sono peggiorati.

L’altro ieri (16/11/12) a Piazza Pulita hanno fatto vedere le conseguenze dei tagli, non solo sul diritto alla salute e sul diritto allo studio, ma sulla Regione Piemonte tecnicamente fallita, mentre la Sicilia farà il suo “default” si ipotizza nel 2014.
Nel Comune di Alessandria non c’è più 1 euro, e tutti i dipendenti del centinaio di Comuni italiani che hanno seguito la stessa sorte in Campania, Sicilia. Calabria e Piemonte si trovano da mesi senza stipendio.
La morte economica di decine di distretti industriali è realtà.
I tagli alla scuola incidono su spese essenziali come il riscaldamento, per non parlare della cancelleria.

In molte Regioni si parla di graduale soppressione dei “Corsi di Formazione Professionale” che accolgono sovente giovani di famiglie disagiate e che hanno, secondo il presidente del CIOFS italiano, una appetibilità per le imprese di oltre l’ ottanta per cento ( un segno che molti ragazzi vengono assunti dopo questo diploma). Chiudere questi Corsi significa consegnare alla strada, se non alla mafia o alla piccola delinquenza, centinaia di giovani di famiglie problematiche che sono stati respinti dalla scuola pubblica, perché pluri-ripetenti, e che si troverebbero meglio grazie alla metodologia scolastica e alla presenza di strumenti didattici aggiornati.

Che il fine del governo tecnico sia grecizzarci dopo averci spremuto?
Oppure favorire sfacciatamente la Casta, gli evasori ed i mariuoli che hanno speculato con i derivati facendo fallire Comuni e Regioni ed indebitando diverse amministrazioni e società pubbliche?

Lo sospettiamo visto il modo con cui la polizia ha trattato studenti ed operai che chiedono solo di studiare i primi, e poter sopravvivere lavorando i secondi.

I cittadini di questo Paese trovano una politica inerte o collusa mentre i loro diritti vanno a pezzi e vedono ragazzini di 16 anni picchiati dalle cosiddette forze dell’ordine.

Queste forze dell’ordine non hanno capito che hanno picchiato studenti ed operai per difendere una Casta che domani li lascerà senza stipendio, o con salari da fame.

In Spagna ed in Germania già ci sono i primi casi di defezione delle forze dell’ordine.

Solo noi possiamo salvare noi stessi senza delegare a nessuno ma ci vuole coraggio e… fatalismo da credenti.