Manca poco alla partenza…

Posted on 14/09/2012

0


Palestinian_flag

-Di Karima Al Zeer

Solo 3 giorni alla partenza.
La sensazione di farfalle nello stomaco non mi abbandona.
Emozione, gioia, paura?
Desiderio di partire e lasciare per un po’ i pensieri alle spalle,
di svuotare un po’ la testa,
di assaporare, se Dio vorrà, la permanenza a Gaza con tutti i suoi profumi e colori,
di riabbracciare la famiglia di mio marito
e rincontrare i suoi nonni, ormai diventati i miei nonni gazawi acquisiti.

I genitori di mio papà, purtroppo, non ho avuto il piacere di conoscerli da grande.
Ricordo, però, perfettamente la mia nonnina, Rosa,
forse grazie anche alle foto,
quell’aria sempre mite di chi in passato ha sofferto,
rimanendo vedova con i figli da crescere.
Lei palestinese di Al-Quds,
mio nonno palestinese di Al-Khalil.
Dio abbia misericordia di loro.

Strano ma vero,
stanotte mia cara Palestina ti ho sognato.
Eravamo tutti lì.
Io, i miei amati genitori, le mie sorelle e mio fratello.
Desiderio inconscio di poter venire, un giorno, con tutti loro.

La parte più nitida del sogno: la felicità.
Tutte le immagini di Gaza che conosciamo e che abbiamo visto
morte, terrore, distruzione,
non esistevano.
Solo persone libere e felici.
Il solo ripensarci addolcisce l’animo.

In realtà il più grande desiderio
è vederti libera mia amata Palestina.
Un posto dove i bambini non abbiano paura e terrore insiti in loro,
dove ogni palestinese potrà recarsi dai suoi cari senza problemi
e spostarsi di città in città senza essere fermato ai checkpoint
o che gli venga proprio respinto l’ingresso in determinate città,
come accade a chi proviene da Gaza.

Poi improvvisamente mi sono svegliata,
il mondo reale è riapparso,
e mi sono resa conto che tutto era un sogno,
un magnifico sogno.

Ma non mi scoraggio.
Inevitabilmente un giorno giustizia sarà fatta.
Chi ha sbagliato e sparso corruzione pagherà.
“e chi avrà fatto [anche solo] il peso di un atomo di male lo vedrà”*.

*Sura XCIX, v.8

Messo il tag: ,
Posted in: Palestina