Conosco i miei peccati, ma non i miei limiti – poesia di H.R. Piccardo

Posted on 23/05/2012

2



-Di Hamza Roberto Piccardo

Conosco i miei peccati, ma non i miei limiti, fino al peccato che me li fa via via delimitare.

Il terreno della mia speranza si riduce e temo la povertà del raccolto.

Non è falsa modestia, credimi, l’ignoranza è grande e il ritmo che accettiamo troppo convulso per rimediarvi.

Quanto alla fede, essa è bene volatile, di cui non abbiamo, nel tempo, garanzia alcuna.

Ogni giorno la metto nel fuoco e nel ghiaccio e, a sera la trovo, talvolta più dolce.
Allah Ar Rauf.

(Inedito di H.R. Piccardo, citata in “Coloro che credono nell’invisibile…” di P.K. Dal Monte ed. Al Hikma libreriaislamica.net – 2012 )

Annunci