Trento, venerdì 30/03/2012 ore 17.30 piazza Duomo: un pomeriggio a Gaza

Posted on 29/03/2012

0



-Di Hanifa G. B. e Amici della Palestina

Se è vero che l’unione fa la forza, lo dimostreremo!”

6 ragazze lanciano un idea, idea che viene accolta con entusiasmo dai ragazzi del Centro Sociale Bruno, in seguito si uniranno anche quelli di MAIA onlus, associazione nata il 25 Aprile 2010 da cinque studenti dell’Università di Trento che decidono di fondare una organizzazione no-profit, con il desiderio di condividere assieme un progetto che metta al servizio di individui ed organizzazioni locali competenze e risorse per una crescita collettiva.

L’idea di questo evento è quella di NON DIMENTICARE E CONTINUARE A RICORDARE i fratelli e le sorelle in Palestina, per dare voce a chi ogni giorno non vive ma sopravvive, un pomeriggio per dire che, se l’ingiustizia è diventata legge, la resistenza diverrà per noi un dovere! Le idee arrivano come un fiume in piena e presto ci si trova davanti a ciò che verrà fatto ed è cosi che Venerdi 30 Marzo alle ore 17.30 ci si troverà tutti in Piazza Duomo a Trento con la forza ed il coraggio di chi sa d’avere ragione, con la gioia di sapere che nonostante tutto ci sono ancora persone che credono nella giustizia e nella verità. Lo scopo di questo pomeriggio è di fare in modo che non cali il sipario, le persone devono sapere che la Palestina aspetta giustizia, che la Palestina aspetta tutti noi. Nel suo libro Vittorio Arrigoni, semplicemente Vik per molti, scrisse “Rimanere immobili in silenzio significa sostenere il genocidio in corso. Urlate la vostra indignazione, in ogni capitale del mondo “civile”, in ogni città, in ogni piazza, sovrastate le nostra urla di dolore e terrore.

C’è una parte di umanità che sta morendo in pietoso ascolto. “Restiamo umani”, diceva Vik, e “noi non rimarremo in silenzio, non rimarremo immobili, porteremo per un attimo Gaza in Piazza, faremo vivere alla gente per un breve istante ciò che i Palestinesi vivono ormai da anni, da decenni!!! Avremo le testimonianze degli studenti universitari Palestinesi, testimoni degli orrori di Gaza, testimoni di una guerra che vede vittime solo gli innocenti, uomini, donne e soprattutto bambini che non chiedono altro di iniziare a vivere”.

Vi aspettiamo tutti, vi aspettiamo a Trento per dire insieme:

“STOP AL MASSACRO PALESTINESE”

Ringraziamo in anticipo tutti colori che saranno vicini a noi, anche chi lo sarà solo con il cuore e con la mente… grazie, grazie di cuore!”

““Rimanere immobili in silenzio significa sostenere il genocidio in corso. Urlate la vostra indignazione, in ogni capitale del mondo “civile”, in ogni città, in ogni piazza, sovrastate le nostra urla di dolore e terrore. C’è una parte di umanità che sta morendo in pietoso ascolto. Restiamo umani

A Gaza solo i morti hanno visto la fine della guerra. Per i vivi non c’è tregua che tenga alla battaglia quotidiana per la sopravvivenza” Vittorio Arrigoni

Al suono di una sirena, alle ore 18.00 trasformeremo la piazza in “un pomeriggio a Gaza”, faremo vivere ai passanti ciò che i Palestinesi vivono da anni. Diciamo insieme basta al massacro…

N.B. La nostra vuol essere una manifestazione pacifica per dar voce al popolo palestinese, chiunque voglia partecipare dovrà rispettare questa regola!!!

Annunci
Posted in: attualità, Palestina