Dovunque, come il prezzemolo

Posted on 17/03/2012

1



-Di Giorgia Afnan Caliari

Il prezzemolo (Petroselinum sativum) è una piccola pianta aromatica erbacea appartenente alla famiglia delle Ombrellifere. L’altezza del fusto può variare dai 15 agli 80 cm, le foglie hanno forma vagamente triangolare e sono di un bel verde scuro e intenso.

Per la sua versatilità e caratteristica ad essere impiegato ovunque, il prezzemolo ha dato lo spunto per il conosciuto detto “essere ovunque come il prezzemolo”.

Era già noto nell’antichità dai Romani che lo utilizzavano in cucina e per confezionare ghirlande per gli ospiti dei banchetti.

I Greci, invece, lo usavano per decorare le aiuole e le tombe ma, soprattutto era amato per le sue capacità terapeutiche.

Oggigiorno il prezzemolo viene utilizzato in moltissime ricette: per insaporire i cibi, per la preparazione di salse, nei  primi piatti, nei piatti di carne e in particolar modo per le pietanze a base di  pesce.

Questa pianta erbacea è anche molto apprezzata per le sue capacità curative. Ha proprietà antiossidanti per il suo contenuto di vitamina C, vitamina E e vitamina A; antianemiche per il contenuto di ferro; emmenagoghe (regolarizzatrici del ciclo mestruale) per  gli olii essenziali presenti; anti-infiammatorie per il contenuto di vitamina C; diuretiche e depurative per via di un flavonoide, l’apioside contenuto soprattutto nella radice; inoltre è un ottimo rinfrescante per l’alito  a causa dell’elevato contenuto di clorofilla.

E’ consigliato inoltre consumare ogni giorno un cucchiaio di prodotto fresco, nel caso di allergie in quanto i suoi estratti ostacolano la secrezione di istamina, causa, per l’appunto, di numerose manifestazioni allergiche.

Il prezzemolo, come infuso si può utilizzare per abbassare il battito cardiaco e come regolatore della pressione in caso di ipertensione.

Infine,  le foglie pestate possono essere impiegate per impacchi ad uso esterno, sopra le punture di insetti.

 

Per fare il pieno di questa erba dalle mille proprietà è possibile consumare un buon piatto di Tabouleh.

Il Tabouleh è una sorta di insalata, tipica della cucina Libanese e in generale del medioriente, con un alto contenuto di prezzemolo. Questa pietanza entra a far parte dei mezzeh, i raffinati, colorati ed invitanti antipasti a base di verdure, insalate e puree di legumi, sempre presenti sulle tavole mediorientali.

E’ davvero un piatto molto fresco, ottimo da consumare durante la stagione calda ma decisamente invitante anche in tutti gli altri periodi dell’anno.

Gli ingredienti sono i seguenti:

Una manciata di burghul (grano duro macinato, molto ricco di elementi nutritivi)

Un pomodoro per insalata

Una cipolla di media grandezza

Un bel mazzetto di prezzemolo fresco

Sale

Succo di limone

Due cucchiai di olio extravergine d’oliva

Menta fresca tritata

Mettere il burghul in ammollo in acqua salata tiepida e lasciarlo riposare per circa mezzora fino a far raddoppiare la sua quantità. Nel frattempo tagliare il pomodoro a dadini molto piccoli, sminuzzare la cipolla, tritare il mazzo di prezzemolo fresco. Quando il burghul sarà pronto amalgamarlo alle verdure preparate in precedenza e condire con il sale, il succo di limone, l’olio extravergine e la menta fresca tritata.

Il burghul è un piatto che si presta ad essere preparato anche con qualche ora di anticipo, addirittura è consigliato prepararlo almeno un’ora prima di consumarlo, avendo l’accortezza di conservarlo in frigorifero.

Ottimo in estate, buonissimo in qualunque periodo dell’anno. Provatelo e fateci sapere.

 

Nota importante : Quelli contenuti nell’articolo sono solo suggerimenti di utilizzo. Si ricorda di consultare sempre un medico in caso di malattia.

 

Annunci
Posted in: cucina, curiosità